VENEZIA GUIDA ED EVENTI

Venezia, la Serenissima

venezia canal grande

Una mini  guida alla visita della città di Venezia , sospesa tra terra e mare, immersa nella laguna ma anche nella storia.

Booking.com
Venezia, la Serenissima, è una delle città più belle e famose nel mondo. 
Nata sull'acqua, il suo legame con il mare è il filo conduttore della sua gloriosa storia. Verso l'anno 1000, comincia l'impetuosa ascesa: Venezia diventa una potenza commerciale e finanziaria in tutta Europa, dominando con la sua flotta il Mediterraneo fino alla scoperta dell'America. 
L'ultimo Doge fu costretto nel 1797 da Napoleone Bonaparte ad abdicare. 
Dopo i Francesi e gli Austriaci, Venezia entrò nel Regno d'Italia. Le sorti di Venezia sono oggi legate strettamente alla presenza turistica e alla capacità di gestire i problemi ambientali della laguna. 
Numerosi i veneziani che hanno lasciato il segno nella storia: Tintoretto, Tiepolo, Marco Polo, Casanova, solo per citarne alcuni.

La Gondola

venezia gondole


Venezia, la Serenissima, è una delle città più belle e famose nel mondo. 

Città che vive sull'acqua, il suo  fascino unico si apprezza ancora di più navigando in gondola , l'emblema mondiale di Venezia.


Arte a Venezia

venezia guggenheim

Per gli amanti dell'opera, è obbligatoria la visita al Teatro La Fenice. Merita sicuramente una visita anche la Galleria dell'Accademia, che racconta la pittura veneta dal XIV al XVIII, con i capolavori dei più famosi artisti: Tiziano, Giorgione, Tintoretto, Tiepolo e Veronese. 

Tra le tante location museali e artistiche un posto di rilievo lo riveste il Museo Guggenheim , analogo a quello di New York e sempre teso a valorizzare tesori nell'arte contemporanea

Rialto

ponte rialto

 Anche i meno romantici non potranno che apprezzare un giro in battello lungo il Canal Grande, che taglia in due Venezia e ne permette quindi una visita da una visuale inconsueta, passando attraverso il Ponte di Rialto e il Ponte dei sospiri. Imperdibile la visita al Mercato di Rialto, con i suoi mille anni di storia. 

DOVE DORMIRE - HOTEL VENEZIA

venezia hotel

Dormire a VENEZIA e dintorni : una grande varietà di soluzioni dall'Hotel al Bed and Breakfast , alla sistemazione in case vacanze e ...

i MIGLIORI PREZZI PER GLI HOTEL A VENEZIA


Piazza San Marco

campanile san marco


A Venezia i luoghi d vedere o sicuramente da non perdere sono prima di tutto Piazza S.Marco, simbolo della città con la sua Basilica e il Palazzo Ducale.   Per godere di uno splendido panorama sulla città, si consiglia di salire sul campanile di S.Marco.



l'altra Venezia

san giorgio maggiore

Il Ghetto Veneziano è un altro dei luoghi da mettere in programma, a Cannaregio. Diviso in tre settori, è uno dei pochi rimasti ed è caratterizzato da case-torri. 

Da non dimenticare le isole di Murano e Burano per la tradizionale lavorazione del vetro. Alcune chicche per un percorso fuori dagli schemi: fare la spesa bio ne “L'Orto delle Meraviglie”, uno spazio di 6000 mq all'interno del carcere della Giudecca, curato dalle detenute. 

Oppure scoprire gli orti e i vigneti nascosti tra i palazzi e i chiostri di Venezia: una visita al Cimitero di San Michele, dove è sepolto Igor Stravinskij, permette di ammirare alcuni filari di Malvasia e l'antica cantina del Monastero, che produce ancora poche bottiglie di prezioso cru.


Venezia, Sospesa Sulle Acque E Nel Tempo

gondola fiori


Sospesa tra tradizione e modernità, Venezia non è solo la città presa d'assalto dalla folla durante la festa del cinema o nel corso del Carnevale, tra i più famosi al mondo. 

Venezia andrebbe gustata fuori dagli itinerari prettamente turistici, in momenti lontani dagli eventi più famosi. 

Per evitare lo stato d'assedio e godersi le calli silenziose e i suoi 150 canali, magari durante l'autunno e l'inverno, incontrando quasi esclusivamente i veneziani e la vera Venezia.


Scopri cosa altro c'è da vedere a Venezia


EVENTI  &  MANIFESTAZIONI

Nel corso dell'anno Venezia ospita numerosi eventi, a cominciare dal Carnevale e dal Festival del Cinema. 
Accanto a questi, da non dimenticare la Biennale, la Regata Storica, la Festa del Redentore e la Festa della Sensa o festa dell'Ascensione, festeggiata già nell'antica Repubblica di Venezia. 


GASTRONOMIA VENEZIANA

Una città come Venezia, legata da sempre con l'entroterra e con il mare, con paesi diversi e lontani, ha una ricchissima e saporita tradizione culinaria che fa largo uso di spezie. 

A Venezia c'è un gran numero di bar, bacari (trattorie) ed osterie dove gustare risi e bisi (riso e piselli), la pasta e fagioli e i bigoli (pasta lunga di grano tenero). Tra i secondi, le sarde in saor, le sepe con nero e il baccala mantecato. 

Chi non ama il pesce e apprezza i sapori forti può gustare il fegato ( figà) alla veneziana

I più golosi non sapranno resistere a gli "spuncioti de caramel": frutta secca o essiccata chicchi d'uva infilata in spiedini di legno e immersa in zucchero caramellato. 

Per sentirsi veri veneziani, da non perdere l'aperitivo a base di Bellini o Spritz.


Risi e Bisi

risi bisi

Sardelle in saòr

sarde saor


ingredienti: (per 4 )

  • sardelle fresche 600 gr.
  • pinoli 50 gr. 
  • uvetta sultanina 50 gr. 
  • cipolle 2 (grandi)
  • farina
  • aceto bianco 
  • olio oliva
  • sale

Eviscerare le sardelle eliminando pinne e testa e dopo averle ben lavate mettetele a sgocciolare. Una volta finito infarinate e friggete in abbondante olio; una volta rosolare completamente scolatele dell’olio e lasciate le su più fogli di carta da cucina assorbente e salate. Svuotale la padella dell’olio usato ( che può essere conservato per eventuali altre fritture) e pulite con carta per eliminare eventuali tracce di bruciato, quindi versatevi 1/2 bicchiere di nuovo olio  e rimettete sul fuoco. Affettate le cipolle e soffriggerle leggermente fino a farle diventare dorate, versate due bicchieri aceto e fate bollire il tutto per 2/3 minuti.
Poste il pesce a starti in una terrina , bagnando con un po’ di aceto caldo e nello stesso tempo coprendolo con qualche fetta di cipolla e se volete , con i pinoli e l’uva sultanina che avrete precedentemente tenuto in acqua e poi strizzata.
Alla fine versate il resto dell’aceto in moda da coprire interamente i pesci, chiudete on un coperchio e lasciate marinare le piccole sarde per un paio di giorni, in un luogo fresco ma non in frigo.
La ricetta originale richiede pinoli e uva ma se non vi piace il dolciastro con i pesci , escludeteli. Sempre la ricetta originale richiederebbe una quantità di cipolle in peso pari al peso delle sardelle: se non gradite , diminuite la dose di cipolla....
Da gustare in abbinamento con  vini bianchi secchi quali possono essere il Pinot bianco dei Colli Euganei oppure il   Sauvignon Collio.


VENEZIA UNICA - City Pass  

Vi suggeriamo di acquistare la CARD "Venezia Unica" il City Pass che consente di accedere con un' unica Card  ai mezzi di trasporto pubblico e  alle attrazioni turistiche e culturali della città lagunare. 
In pochi click i tuoi biglietti per i transfer, i vaporetti, i musei, le chiese e molto altro ancora.  
Puoi acquistare online Venezia Unica City Pass in modo semplice e sicuro e configurarlo secondo le tue esigenze. 
www.veneziaunica.it
casino venezia

INFO 

PUNTI INFORMAZIONE TURISTICA

contact center  Hello Venezia  

tel. +39 041 2424    dalle 7.30 alle 19.00

  • ’Ufficio Informazioni “IAT” in piazza San Marco"  : Bocca di Piazza”, al civico 71/f sotto il Museo Correr,  da lunedì a domenica dalle ore 9.00 alle ore 19.00 
  • Aeroporto Marco Polo 
  • Stazione Ferroviaria di Santa Lucia
  • Autorimessa Comunale -  P.le Roma, 
  • Mestre -  P.le Cialdini
calatrava